Treccia olandese: come realizzarla a casa

Pubblicato in: Tutorial
0 commenti - Lascia un commento

Avete una serata particolare e siete stanche dei soliti capelli sciolti o dei classici raccolti? Desiderate un’acconciatura che vi faccia sentire bellissime ma non avete né il tempo, né la voglia di applicarvi per ore? Allora la treccia è proprio quello che fa per voi!

Rientrata in voga negli ultimi anni, la treccia presenta diverse varianti molto cool e semplici da realizzare. In particolare, quella olandese è molto di tendenza: non è altro che una treccia alla francese inversa, tipologia particolarmente apprezzata dalle VIP. I capelli infatti vengono intrecciati dal basso verso l’alto (e non viceversa). Nonostante sembri complicatissimo realizzarla, bastano un po’ di manualità e una buona dose di pazienza per ottenere un risultato veramente straordinario!

Trecce boxer braids
Trecce laterali boxer braids

Per creare la treccia olandese avrete bisogno di:

  • un pettine
  • degli elastici
  • della lacca

Treccia olandese step by step

  • preparate i capelli spazzolandoli per bene, eliminando i nodi;
  • tenete una ciocca di capelli abbastanza voluminosa sulla testa e dividetela in 3 parti per ottenere due ciocche laterali e una centrale;
  • iniziate l’intreccio: incrociate la ciocca destra sotto la centrale e, successivamente, la ciocca sinistra sempre sotto quella centrale;
  • ripetete il procedimento e, man mano che avanzate, inserite nuove ciocche quando fate passare la parte destra e quella sinistra sotto la centrale:
  • procedete fino a quando non avrai terminato tutte le ciocche, arrivando alla nuca;
  • chiudete la treccia con un elastico, applicate la lacca per fissare e godetevi la vostra splendida acconciatura!

Se in genere non vi trovate bene con la lacca, niente paura: abbiamo qualche prodotto professionali da consigliarvi che funziona con un paio di spruzzi, senza ungere in alcun modo la chioma. Qui sotto trovate tre prodotti 100% vegan a marchio Maria Nila e tre del brand delle sfilate di moda ECRU New York!

Varianti laterale e doppia per personalizzare la treccia olandese

La treccia olandese può essere modificata in due modi: per un’acconciatura semplice e raffinata, consigliamo di farla laterale. Questa versione va realizzata creando la treccia sul lato opposto alla propria riga e il risultato è veramente ordinato ed elegante! Per un tocco più aggressivo, adatto agli outfit casual, consigliamo invece la variante doppia, ossia quella delle boxer braids di cui abbiamo già parlato annoverandola fra le pettinature con trecce più gettonate. Scopriamola su Chiara Ferragni!

 

Treccia olandese doppia Chiara Ferragni

Con lo chignon per un’acconciatura ancora più raffinata

La treccia olandese laterale può essere personalizzata ulteriormente con uno chignon che la completa alla perfetta. Dai un’occhiata all’immagine sottostante per capire come realizzarla!

Treccia olandese laterale chignon

Per concludere in bellezza, ecco qualche consiglio prezioso assieme a un tutorial video da seguire passo per passo nella realizzazione della vostra treccia olandese.

  • non lavorate su capelli appena lavati perchè tendono a scivolare più facilmente, quindi la treccia avrà una tenuta minore;
  • fatevi aiutare da un’amica e magari iniziate esercitandovi con la treccia alla francese, che è decisamente più semplice;
  • non scoraggiatevi se non riuscite subito nell’impresa, solo sbagliando si impara!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *