Spazzole per capelli: come scegliere quella giusta

0 commenti - Lascia un commento

Di spazzole per capelli ne esistono davvero di tantissimi tipi: grosse e tonde, piatte e quadrate, in legno, in carbonio, in gomma, plastica con setole corte, lunghe o a ciuffetto!

Ma ci sarà un motivo per cui ne esistono di cosi tantissime varianti o sono solo frutto della mente vivace di designer e hairstylist?

La risposta è semplice, ogni spazzola in base alla dimensione e forma ha un proprio metodo di utilizzo, è rivolta a uno specifico tipo di capello e di piega che si vuole dare.

Spazzole che si usano sotto la doccia

Adatte a qualsiasi tipo di capello purché i passaggi siano sempre dolci, le spazzole che si usano sotto la doccia sono generalmente di due tipi.

1) Spazzole in legno a denti larghi

Sono un’ottima soluzione per districare i capelli bagnati, ricci, lisci, lunghi o corti. Il segreto è sempre quello di spazzolare partendo dalle punte e pian piano risalire fino alle radici.

Spazzola in legno2) Spazzole in silicone o in plastica a denti larghi

La soluzione ideale se i capelli oltre ad essere bagnati sono anche in posa maschera o balsamo. La spazzola in plastica non assorbe il prodotto e pratica un massaggio sul capello.

Spazzola silicone plastica

Spazzole per disciplinare i capelli asciutti

1) Spazzole The Tangler

Con o senza manico sono ottime per spazzolare i capelli districando i nodi senza romperne il fusto; dalla forma generalmente cicciottella e comoda hanno un cuscinetto gonfio che fa un po’ da ammortizzatore per il lavoro che svolgono le setole.

Adatte sia per le ricce che per le lisce o mosse, le spazzole the tangler riescono ad introdursi dentro il nodo slegandolo dolcemente grazie a delle setole particolarmente flessibili. Per saperne di più, dai un’occhiata al brand The Knot Dr.

Modello spazzola districante the knot dr.

Ecco alcuni modelli di spazzole the tangler disponibili sul nostro shop online:

2) Spazzola piatta e larga con manico

A differenza delle the tangler che svolgono un lavoro di snodo su capelli voluminosi, lavora meglio sui capelli lisci e sottili; l’effetto è disciplinante dalle radici alle punte.

Spazzola piatta larga

Spazzole per lo styling

Sono generalmente dotate tutte di manico per facilitare i movimenti durante la piega e differiscono per diametro.

1) Spazzola rotonda grande con rullo in metallo o in lega

Ottime quando si vuole dare molto volume alla piega, da usare sui capelli lisci o poco mossi, usata col phon dona meravigliose onde oppure un liscio voluminoso alla radice. Puntando l’asciugacapelli infatti il rullo si riscalda, dando ulteriore forma e tenuta allo styling.

 

Spazzola rotonda grande

2) Spazzola da cotonatura a coda

La forma è normalmente stretta e allungata, la parte della spazzola ha una dentatura più fitta perfetta per creare delle cotonature morbide.
La parte del manico invece finisce a punta ed è un ottimo strumento per tracciare righe e sistemare le ciocche una per una.

Spazzola da cotonatura a coda

3) Spazzole in legno con setole in cinghiale o in soft nylon

Vanno benissimo per i capelli lisci e mossi sia corti che lunghi. Se usate durante l’asciugatura danno corpo e volume naturale al capello.

Spazzole in legno setole in cinghiale o soft nylon

4) Spazzola rotonda stretta

Facile da usare se si desidera creare un’acconciatura a boccoli sottili ed elicoidali ben definiti.

Ricorda sempre che minore è il diametro della spazzola minore sarà il diametro del boccolo. Infatti, dimensioni ridotte sono ideali per gestire capelli medi o corti.

Spazzola rotonda stretta

5) Spazzola piatta stretta a dentatura larga

Consigliata per i capelli molto mossi o ricci, da usare sempre con cautela, dona un effetto anticrespo ed elimina l’elettrostaticità. Va bene anche per i capelli ondulati sia corti che di media lunghezza.

Spazzola piatta stretta a dentatura larga

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *