Doppie punte: tutte le soluzioni per eliminarle

0 commenti - Lascia un commento

Tutte le donne hanno avuto a che fare almeno una volta nella vita con le doppie punte. Dietro questo comunissimo problema c’è la tricoptilosi, indebolimento che causa le ramificazioni presenti all’estremità dei capelli. Una chioma fine è maggiormente soggetta a soffrirne, ma può succedere a tutte di utilizzare troppo la piastra o stressare in altro modo le punte portandole a biforcarsi. Nessun capello può sfuggire al problema ma le soluzioni fortunatamente non mancano e oggi parleremo di tutte le possibilità a vostra disposizione per rimediare alle doppie punte.

Rimedi doppie punte

Quando correre ai ripari?

Immaginate la scena seguente: state già supplicando il vostro Hairstylist di fiducia affinché trovi un valido rimedio alle vostre doppie punte e all’inspiegabile presenza di infiniti “puntini bianchi” fra i vostri capelli. Ma il problema non si limita a questo: le vostre punte si spezzano e svolazzano peggio dei coriandoli di carnevale; inoltre, i vostri capelli hanno sempre la stessa lunghezza, che non vi permette di ottenere la chioma sana desiderata.
Se avete annuito ad ogni singola parola scritta precedentemente, avete bisogno del nostro aiuto, niente da fare.

I primi passi verso la risoluzione del problema

Ok, niente panico: non siete le sole ad avere a che fare con le doppie punte e il problema si risolve con alcune semplici accortezze che potrete sostenere tranquillamente. Scopriamole insieme passo dopo passo!

1. Osservare sempre le estremità dei vostri capelli

Proprio così: osservare è indispensabile in quanto consente di capire lo stato di salute della ciocca per individuare con esattezza il problema. Il capello è sfibrato o ruvido e poroso? La punta è doppia o sfilacciata? Le domande da porsi sono molteplici ma ecco uno schema utile per trovare facilmente una risposta.

Doppie punte capelli

2. Individuare cosa può avere causato il danno

Ad esempio – così una domanda a caso – quante volte fate utilizzo di phon o piastre varie? Beccate! E magari non utilizzate neanche un termoprotettore adatto? Praticamente come mettere la mano sul fuoco e lamentarsi dopo dello strato di pelle perduto, non credete?
Per non parlare dei numerosi trattamenti chimici che ci ritroviamo ad eseguire, quasi sempre non seguendo i giusti criteri e affidandoci magari alle mani sbagliate, ritrovandoci poi con il desiderio persistente di rasare a zero la nostra testolina. Bene, però non tutte siamo ribelli quanto la nostra amata Kristen, quindi direi di optare per una decisione meno estrema.

Kristen stewart rasata

3. Tagliare i capelli

A volte bisogna darci un taglio per risolvere un problema! Rinnovare i nostri capelli è necessario e l’unico modo per farlo è quello di recarsi in salone e pregare il parrucchiere di non esagerare (a chi non è mai successo?). Tagliare qualche cm più volte durante l’anno è vantaggioso: che voi ci crediate o no, i capelli cresceranno più velocemente e sani.

4. Limitare le elevate temperature

Ecco un segreto che potrà farvi comodo: alternare aria tiepida ad aria fredda è molto utile se si è soliti utilizzare un phon. Se invece non potete proprio fare a meno del ferro per capelli o della piastra, tenete a meno che non è necessario usare la temperatura più alta possibile: impostate una temperatura media, tenendo sempre conto del vostro tipo di capello. Il calore elevato può danneggiare la struttura dei nostri capelli e anche la loro brillantezza in caso di decolorazioni con colori accesi. Applicate sempre un termo protettore, magari abbinando anche uno shampoo e un conditioner che possano essere d’aiuto.

5. Impacco pre- shampoo

Un utile trucco da applicare è inumidire i vostri capelli con della semplice acqua, usare poi dell’olio di argan e distribuirlo per bene tenendo il posa per qualche ora. Infine potrete procedere con shampoo e balsamo come di consueto.

Che tipo di shampoo e balsamo utilizzare?

La parola d’ordine per curare dei capelli sfibrati con doppie punte è una: ricostruzione! Utilizzare una linea ristrutturante come Structure Repair a marchio Maria Nila è un’ottima idea per nutrire la chioma con un formulato delicato ma efficace a base di estratto d’alga che favorisce la riparazione dei danni causati dai trattamenti.

Oltre alla linea vegana e cruelty-free del brand svedese, consigliamo di tenere in considerazione un’altra opzione, ideale se volete qualcosa di realmente “strong”. Lo shampoo e il balsamo MyConfidant sono straordinari per ricostruire i capelli, specialmente se abbinati a Olaplex N°3. Questi tre prodotti professionali sono i protagonisti del nostro Kit di Ricostruzione Estrema, indirizzato a chiunque voglia prendersi cura di una chioma danneggiata. Il fratello maggiore di Trinomio dei Sogni è infatti la soluzione ideale per dei capelli rigenerati e pronti a tollerare ogni vostro “colpo di testa”.

40 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *