Castano ramato: come curarlo a casa

0 commenti - Lascia un commento

Sono sempre di più, oggi, le donne che scelgono di colorare i capelli, per le ragioni più diverse, come ad esempio coprire i capelli bianchi, o cambiare look, totalmente o solo leggermente.

E’ in continua crescita anche chi sceglie di non colorare la base e di optare per delle tonalità illuminanti.

Scegliere la tinta giusta è, per ogni donna, un’impresa tanto importante quanto necessaria.

Ultimamente, la nuance che sta riscontrando maggior successo è il castano ramato.  Simbolo di creatività ed eleganza, è un colore estremamente discreto ma, al contempo, allegro e sensuale, perfettamente adeguato a qualunque occasione e/o stato d’animo.

Molte star come Emma Watson, Julia Roberts, Emma Stone, Miley Cyrus, Kristen Stewart e Drew Barrymore hanno deciso di  illuminare il proprio viso e rinvigorire la propria chioma anche partendo da una base più o meno scura.

La caratteristica principale che rende il castano ramato così ambito dal pubblico femminile è la sua versatilità: può essere il giusto compromesso per dare un tocco di luce ai capelli senza stravolgere la base di partenza.

E’ una tonalità che difficilmente passa di moda e può essere facilmente “riciclato” di stagione in stagione. Può essere trasformato con uno shatush o con una leggera decolorazione, oppure applicando un balayage.
Proprio per la sua versatilità, chi lo sceglie, alla fine, difficilmente se ne pente!

Nonostante il castano ramato sia incredibilmente elegante e creativo,  deve essere adeguatamente protetto. Infatti il ramato con il tempo tenderà a diventare sempre più arancione, rendendo la chioma più simile ad un fascio di carote!

Se hai i prodotti giusti e segui i consigli degli esperti puoi mantenere la nuance brillante, vivace e, soprattutto, duratura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *