Biondo cenere: come curarlo a casa

0 commenti - Lascia un commento

Che il tuo biondo sia naturale o meno, il dilemma è sempre lo stesso: come lo curo in casa? Dopo un primo trattamento in salone, riuscire a mantenere un biondo impeccabile tra le mura domestiche non è sempre facile ed immediato e lo stesso vale per le sue sfumature.

Una nuance che ha conquistato milioni di donne è il biondo cenere, ovvero una via di mezzo tra il biondo freddo e quello caldo, molto simile ad un colore naturale. Non è semplice ottenerlo: infatti, la prima applicazione è sempre meglio lasciarla fare al proprio parrucchiere di fiducia che, oltre a capire la giusta tonalità, può anche valutare se si adatterà o meno al colore della carnagione.

biondo cenere capelli
nuance capelli biondo cenere
tonalità capelli biondo cenere

Il biondo cenere, generalmente, è perfetto per chi ha già i capelli chiari: funziona sia come base per una migliore schiaritura, sia per coprire i capelli bianchi e aiuta ad illuminare il volto di chi possiede un incarnato chiaro e tendente al pallido.

6 consigli per mantenere il biondo cenere in casa

Se i tuoi capelli naturali sono castani e hai deciso di dare loro una sfumatura di biondo cenere, che ti permetta di lavorare poco sulla radice e di camuffare i primi capelli bianchi, allora ecco qualche consiglio per curarlo e mantenerlo anche in casa: introducendo questi passaggi all’interno della tua beauty routine vedrai che il colore eviterà di sbiadire, mostrandosi vivo e lucente anche dopo alcune settimane dalla prima applicazione!

cura biondo cenere
mantenimento biondo cenere
durata biondo cenere

1. Utilizza prodotti anti-giallo

Il problema principale di tutte le tonalità di biondo riguarda la loro tendenza a scaricare e ingiallirsi ad ogni lavaggio. Tra shampoo e acqua corrente, il colore “scarica” e sbiadisce, lasciando sui tuoi capelli un effetto “giallo paglierino” poco piacevole.

Il segreto? Utilizzare prodotti anti-giallo! Non spaventarti se vedrai sui tuoi capelli un liquido viola-blu: si tratta di semplici pigmenti (che non tingono) che contrastano il giallo “raffreddandone” il riflesso. Non dovrai applicarli ad ogni lavaggio, sarà sufficiente una sola volta a settimana alternandoli ai tuoi prodotti di routine. Tra b, trovi sicuramente il Post Color Shampoo di OP|BLONDE, a base di collagene e acido ialuronico e il Color Securing Conditioner #MyConfidant di #Mydentity, il brand di Guy Tang: provali e vedrai che non rimarrai affatto delusa!

2. Tonalizza costantemente

Dopo ogni colorazione, ogni professionista conclude con un bel trattamento tonalizzante. Questo serve a fissare il colore, a renderlo luminoso e duraturo e può essere effettuato anche in casa utilizzando i prodotti giusti. Il tonalizzante, infatti, è meno invasivo di una tinta perché agisce solo sulla superficie del capello, andando via lavaggio dopo lavaggio e contrasta in modo efficace la comparsa del giallo. Per iniziare, potresti provare il Kit Ricostruzione #MyConfidant + OP|BLONDE oppure il Kit Illuminante Biondo Perfetto OP|BLONDE: con un unico acquisto avrai a tua disposizione diversi prodotti, che potrai utilizzare tranquillamente in casa senza il supporto del parrucchiere, ottenendo un risultato professionale e duraturo!

3. Applica maschere pigmentate

Un’altra tecnica anti-giallo infallibile consiste nell’applicare maschere pigmentate rigeneranti almeno 1 volta a settimana. Sono realizzate ad hoc e permettono di ottenere diversi risultati: evitano che il capello da biondo diventi giallo, nutrono la chioma in profondità contrastando l’effetto crespo e donano lucentezza, morbidezza e voluminosità al capello. Un vero toccasana, semplice da utilizzare e dal risultato strepitoso! Puoi scegliere una maschera con tonalità biondo cenere, come la Regenerating Color Mask Ash di OP|BLONDE, oppure la nuova maschera Silver Pearl #Myrefresh che, attraverso i suoi pigmenti, riesce a raffreddare profondamente il colore e a ravvivarne la lucentezza.

5. Limita l’uso di strumenti a caldo

Tra i peggiori nemici dei capelli colorati trovi sicuramente loro: gli strumenti a caldo. Phon, piastre e arricciacapelli sono dannosi a causa del calore emanato e bisognerebbe usarli con parsimonia. Per fortuna, in commercio trovi numerose proposte professionali che ti permettono di regolare la temperatura per non intaccare sulla salute del capello.

6. Proteggi i capelli dagli agenti atmosferici

Oltre gli strumenti a caldo, anche il sole, lo smog, il vento e la pioggia influiscono negativamente sulla salute e la bellezza del capello. La soluzione sta nell’utilizzo di prodotti specifici per lo styling, da applicare anche su una chioma asciutta, che ti permettano di affrontare qualunque intemperia senza dover, poi, rimediare a capelli spenti, secchi e sfibrati. La linea ECRU New York, ad esempio, offre una vasta gamma di prodotti per lo styling efficienti e professionali che proteggono la tua chioma, anche quella più ingestibile e di mantenere colore e piega molto a lungo. Provare per credere!

cura capelli biondo cenere
capelli biondo cenere taglio lungo
capelli biondo cenere taglio corto

Come ottenere il biondo cenere in casa

Se ritieni di essere in grado di tingere in modo autonomo i tuoi capelli e vuoi provare ad ottenere un bellissimo biondo cenere in casa, il suggerimento è quello di rivolgerti al tuo parrucchiere almeno per la prima applicazione. Solo successivamente, acquistando la stessa tinta, potrai procedere da te seguendo i consigli di un professionista e munendoti di prodotti e strumenti necessari.

Fatto questo, prosegui in questo modo:

  • se vuoi ottenere il biondo cenere da un colore di partenza scuro (diciamo dal castano chiaro in poi) dovrai necessariamente schiarire i capelli di 1-2 toni;
  • se, precedentemente, hai optato per tinte naturali come l’hennè o la basma dovrai aspettare almeno 1 mese prima di passare ad un nuovo trattamento. Non è semplice far scomparire del tutto i toni rossicci tipici dell’henné, quindi probabilmente dovrai utilizzare un decolorante;
  • una volta applicato, il tempo di azione del colore non deve superare quello indicato sul foglio illustrativo;
  • per evitare di effettuare continui ritocchi e l’insorgenza del giallo, acquista shampoo e balsamo tonalizzanti (come indicato sopra) da utilizzare almeno 1 volta a settimana;
  • se i tuoi capelli sono già chiari o semplicemente schiariti, puoi optare per il solo balsamo tonalizzante, che ti darà lo stesso risultato senza danneggiare la chioma;
  • scegli prodotti per lo styling adeguati e non abbondare con la quantità;
  • limita l’uso di piastre e phon.

Seguendo questi suggerimenti alla perfezione, magari diventerai talmente tanto brava da ottenere un risultato da celebrità di fama mondiale, di recente, hanno sfoggiato un lucentissimo biondo cenere su red carpet ed eventi mondani. Qualche esempio? Gigi Hadid, Taylor Swift e Kim Kardashian: tonalità diverse, ma ugualmente luminose e brillanti!

gigi hadid capelli biondo cenere
taylor swift capelli biondo cenere
kim kardashian capelli biondo cenere

Infine, se nonostante tutti gli accorgimenti il tuo biondo cenere continua ad apparire opaco e i tuoi capelli spenti, allora potresti provare dei prodotti a base di cheratina e vitamine, come i Kit OP|BLONDE, che ti mettono a disposizione shampoo, conditioner, sieri e maschere adatti all’esigenza.

Vedrai che con un po’ di pazienza e con qualche accorgimento in più mantenere il tuo biondo cenere vivo e lucente, senza compromettere la salute e la bellezza della tua chioma, diventerà facile, veloce e dal risultato sorprendente e duraturo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *