E’ risaputo che a dettare le regole è il tipo di capello quando occorre curarlo, specialmente se l’ambizione principale è quella di un look più che decente, ma è anche vero che esistono comunque delle verità assolute e incontrastabili che fortunatamente valgono per tutte le chiome, che siano ricce, lisce, crespe o dalla forma indefinibile. Per fare un esempio pratico, oggi parliamo di shampoo, ciò che secondo gli hairstylist costituisce il primo step per la bellezza del capello.

Ecco tutto quello che c’è da sapere sullo shampoo: in questo articolo scoprirai come lavare efficacemente e nel modo corretto i tuoi capelli. Il segreto, infatti, sta innanzitutto nell’uso dello shampoo ma continua a leggere per trovare tutte le risposte di cui hai bisogno!

1) Lo shampoo non è la parte più importante del lavaggio.

Puoi comprare lo shampoo più costoso sul mercato e avere pessimi risultati. Perché? Perché il vero protagonista di un buon lavaggio è il modo con cui questo è eseguito. Non occorre applicare una quantità infinita di shampoo spalmandolo per ore sulla testa: il metodo esiste ed è più facile di quello che si crede. La prima regola è applicare lo shampoo esclusivamente sulla cute e non sulla lunghezza dei capelli. Infatti è proprio sulla cute dove si forma lo sporco e dalla quale il sebo in eccesso va eliminato.

2) Less is more: meno è meglio.

Perdona l’inglesismo ma la traduzione non suona allo stesso modo! Il concetto, comunque, è quello: non è la quantità di shampoo che usi a determinare l’efficacia del prodotto, anzi. Sapevi che utilizzare molto shampoo è controproducente? Se ti è già capitato di commettere questo errore, di certo lo avrai notato dopo l’asciugatura; una quantità eccessiva di shampoo appesantisce i capelli e non permette di eseguire il massaggio della cute nel modo migliore. Utilizzare due cucchiaini da caffè per ogni lavaggio è più che sufficiente.


3) 
Se ti piace non cambiarlo: il miglior shampoo è quello che scegli tu!

È una concezione popolare che lo shampoo vada cambiato in quanto i capelli si abituano ai suoi componenti e dunque la sua efficacia diminuisca. La verità è che questa credenza è assolutamente falsa! Se il tuo shampoo ha perso d’efficacia, i motivi potrebbero essere altri, come un cambiamento climatico o delle necessità dei tuoi capelli.

Ad esempio: se per un periodo utilizzi un prodotto ristrutturante perché alla tua chioma urge una mano da vitamine e minerali a causa di decolorazione, sole, piastra e via dicendo, a lungo andare potrebbe sembrarti che appesantisca unicamente i capelli in quanto ha già fatto il suo dovere. Un po’ come se prendessi delle medicine dopo essere già guarita! Un altro esempio può essere quello dello shampoo antigiallo: potrebbe mai funzionare su dei capelli scuri di natura?

Ovviamente questo discorso non vale in tutti i casi ma solo per determinati prodotti; non avviene, infatti, nel caso di shampoo privi di siliconi, solfati e parabeni, tutti e tre assolutamente da evitare costituendo la prima causa di effetti indesiderati sui capelli. E non solo: spesso l’esito sperato non si ottiene a causa di un’applicazione errata: quando fai lo shampoo, non dimenticare di eseguire con accuratezza il lavaggio e soprattutto il risciacquo.

Salva

Shampoo senza siliconi

Scopri la linea vegana e cruelty-free di Maria Nila

Solo sul nostro shop online trovi gli shampoo senza solfati e parabeni
del brand svedese Maria Nila

4) Quando il troppo storpia.

Le opinioni degli esperti in merito a quanto spesso si possano lavare i capelli sono alquanto discordanti ma una buona regola da tenere in mente è quella di non superare i tre lavaggi a settimana. Da un lato, occorre tenere in considerazioni i prodotti utilizzati dato che in commercio ne esistono alcuni che sarebbe meglio non utilizzare nemmeno una sola volta, ma generalmente è chiaro che il troppo storpia anche quando si parla della proprio chioma. L’ideale è utilizzare uno shampoo delicato, rispettando la media suggerita dei tre lavaggi settimanali per evitare che i tuoi capelli comincino a produrre una quantità eccessiva di sebo (risposta lecita se li lavi troppo spesso!).

5) Le temperature contano.

Si sa che un po’ tutte amiamo la doccia calda ma le alte temperature seccano il cuoio capelluto e lo irritano. Ergo, quando devi lavare i capelli non esagerare e scegli una temperatura che rispetti la tua cute e la tua chioma. L’ideale è eseguire il lavaggio con acqua tiepida e completare l’ultima fase del risciacquo con acqua fredda. Quest’ultima infatti dona al capello brillantezza e consistenza e ne chiude le cuticole. Così facendo manterrai idratata la tua chioma, facilitando l’asciugatura e il successivo styling.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *